fbpx
HomeArchivio CronacaMense scolastiche, scattano i controlli del Nas anche in 13 aziende di...
spot_img

Mense scolastiche, scattano i controlli del Nas anche in 13 aziende di ristorazione e cooperative della provincia di Latina.

Articolo Pubblicato il :

Mense scolastiche, scattano i controlli del Nas – avviati a livello nazionale – anche in 13 aziende di ristorazione e cooperative della provincia di Latina. Tre di queste, che operavano presso scuole dell’infanzia, sono risultate non conformi per carenze igienico-sanitarie e strutturali e per la  mancata attuazione delle procedure di autocontrollo H.A.C.C.P. Sono scattate sanzioni pecuniarie per 2mila euro. I militari del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute hanno, inoltre, interessato la Asl di Latina  per le prescrizioni di competenza, allo scopo di ripristinare i requisiti di legge.

Il Nas di Latina ha eseguito sei ispezioni anche in provincia di Frosinone, in 6 centri cottura e mense scolastiche. Due centri cottura, operanti per istituti di ogni ordine e grado, sono risultati non conformi per la mancanza di requisiti igienico-sanitari e strutturali ed 1 mensa, della scuola dell’infanzia, è risultata carente dal punto di vista igienico- sanitario. Per tali criticità è stata interessata l’ASL per le prescrizioni di competenza finalizzate al ripristino dei requisiti di legge. Irrogate sanzioni pecuniarie per 2.000 euro.

I controlli eseguiti dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il Ministero della Salute, sono scattati in 1.058 aziende di ristorazione di tutta Italia, anche nel Lazio, operanti all’interno di mense scolastiche di ogni ordine e grado, dagli asili nido fino agli istituti superiori; sono emerse irregolarità in circa un terzo di esse (341), accertando 482 violazioni penali e amministrative, con sanzioni pecuniarie per 240 mila euro, contestate a causa di violazioni nella gestione degli alimenti e nelle condizioni igieniche nei locali di preparazione dei pasti.

Nell’ambito dei controlli è stata disposta anche la sospensione dell’attività o il sequestro di 9 aree cucina operanti all’interno delle mense scolastiche per rilevanti carenze igienico-sanitarie e strutturali, come la presenza diffusa di umidità e muffe.

Sono state poi sequestrate oltre 700 kg di derrate alimentari (carni, formaggi, frutta e ortaggi, olio) riscontrate in assenza di tracciabilità, scadute di validità e custodite in ambienti inadeguati.

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE