Progetto “Sentiero della Bonifica”: in Comune a Latina il tavolo tecnico promosso dalla Regione Lazio.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 22-02-2018 ore 12:00  Aggiornato: 28-02-2018 ore 11:34

Progetto “Sentiero della Bonifica”: ieri in Comune a Latina il tavolo tecnico promosso dalla Regione Lazio e al quale hanno preso parte anche l’Arpa Lazio e la società Sogin. Com’è noto il Decreto Legge del 24 gennaio 2012 prevede misure di compensazione e riequilibrio ambientale a fronte dello smantellamento di siti nucleari. “È il caso della centrale di Borgo Sabotino che, in quest’ottica, – ha spiegato il Comune di Latina – consente l’ausilio dello strumento legislativo per realizzare il progetto del sentiero. L’opera prevede la realizzazione di un collegamento pedonale e ciclabile su sterrato, tra i Giardini di Ninfa e Villa Fogliano, lungo circa 32 chilometri.

Grazie al coordinamento della Regione è stato attivato l’iter procedurale per definire la progettazione esecutiva e l’individuazione delle risorse economiche per realizzare l’importante infrastruttura.

Al tavolo, oltre al Comune di Latina e alla Regione Lazio, come detto, hanno partecipato l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale del Lazio e la società incaricata dello smantellamento del sito nucleare Sogin.

“L’opera – spiega nel dettaglio il Comune di Latina – prevede la realizzazione di un collegamento pedonale e ciclabile su sterrato lungo circa 32 km, che mette in relazione due perle del comprensorio pontino quali i Giardini di Ninfa e la Villa Fogliano a ridosso dell’omonimo lago, sfruttando l’argine del canale di bonifica delle Acque Medie”.

“È un primo step importante – ha chiosato soddisfatto il sindaco Coletta – che finalizza la realizzazione di un’opera prioritaria del nostro programma amministrativo e che avrà un forte e positivo impatto sul territorio”.

Oltre al mero servizio di collegamento e all’incentivazione di una mobilità sostenibile, il sentiero rappresenta un’occasione di sviluppo turistico cosiddetto lento, movimento che in Europa muove un indotto di oltre 200 miliardi di euro l’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 411  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login