POMEZIA – Riconversione della ex Tacconi: la Giunta propone una nuova versione del progetto.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 22-02-2018 ore 12:24  Aggiornato: 28-02-2018 ore 12:19

Riconversione dell’ex stabilimento industriale Tacconi di via Campo Selva, a Pomezia: la Giunta propone di approvare la nuova versione del progetto che limita il consumo di suolo ed aumenta gli standard urbanistici. “Il nuovo progetto che proponiamo al Consiglio comunale – ha spiegato il sindaco di Pomezia, Fabio Fucci – riduce l’utilizzo di suolo trasferendo le cubature all’interno dei capannoni dismessi già esistenti e prevede anche un incremento del 49% delle aree a servizio dei residenti”.

Il Sindaco e la Giunta hanno deliberato una proposta rivolta al Consiglio comunale sulla riconversione dell’ex stabilimento industriale Tacconi (Petromarine Italia) in via Campo Selva: l’atto prevede l’annullamento della Delibera di Consiglio comunale n. 46 del 15/11/2016 (con la quale si annullava l’adozione del Programma integrato di intervento avvenuta nel 2009) e l’approvazione del nuovo progetto denominato “Riconversione dell’ex stabilimento industriale Tacconi”.

Le modifiche presentate da Petromarine tengono conto delle seguenti indicazioni desunte dal documento preliminare di indirizzo del nuovo P.U.C.G. del Comune di Pomezia:

–          una diversa dislocazione planovolumetrica delle volumetrie assentite ricomprendendole all’interno dell’area già interessata dall’ex stabilimento industriale e dall’ex cementificio in maniera da ridurre il consumo del suolo;

–          la valorizzazione dei laghetti artificiali dell’ex cava presenti all’interno del perimetro del Programma con la realizzazione di un parco pubblico a servizio della cittadinanza;

–          la realizzazione di opere di urbanizzazione condivise con l’amministrazione e in linea con le strategie contenute all’interno del nuovo D.P.I. approvato in Consiglio Comunale con delibera n. 7/2017 ovvero di un parco pubblico in corrispondenza dei laghetti artificiali dell’ex cava e della strada di collegamento tra via Monte d’Oro e la S.P. Albano – Torvaianica, su cui è prevista anche la realizzazione di una pista ciclabile.

“La vicenda ex Tacconi è complessa – spiega l’Assessore Giuliano Piccotti – e ha una lunga storia di corsi e ricorsi (vedi delibera in allegato, ndr). Dopo l’approvazione del Programma Integrato di Intervento del 15 dicembre 2009 e la delibera di Consiglio comunale del 24 novembre 2016 con cui si annullava la precedente approvazione, la Regione Lazio ha stabilito che non era possibile annullare il progetto ma esclusivamente inserire delle modifiche. A quel punto abbiamo chiesto a Petromarine Italia di presentare un nuovo progetto tenendo conto delle indicazioni contenute nel Documento Preliminare di Indirizzo del nuovo piano regolatore. Il nuovo piano prevede circa sei milioni di opere pubbliche tra strade, riqualificazione paesaggistica e verde pubblico attrezzato”.

“Il nuovo progetto che proponiamo al Consiglio comunale – aggiunge il Sindaco Fabio Fucci – riduce l’utilizzo di suolo trasferendo le cubature all’interno dei capannoni dismessi già esistenti, prevede un incremento del 49% delle aree a servizio dei residenti, un aumento del 67% delle aree cedute all’Amministrazione comunale e la realizzazione di una strada di collegamento tra Pomezia Nord e via del Mare, facilmente raggiungibile dalla Pontina, che renderà più fluido il traffico da e verso Torvaianica, soprattutto nella stagione estiva.

Si tratta di miglioramenti determinanti rispetto al progetto originario – conclude Fucci – che sono stati sviluppati in un percorso di condivisione con i proponenti e tenendo sempre a mente il principio cardine secondo cui l’interesse della collettività è predominante rispetto agli interessi, seppur legittimi, dei privati proprietari dell’area. Trasmettiamo dunque la proposta al Consiglio comunale affinché si predispongano tutti gli atti necessari all’approvazione del nuovo progetto, anche per scongiurare ulteriori contenziosi”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 559  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login