Settimana della comunicazione con la diocesi di Albano e la Famiglia Paolina

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 19-05-2017 ore 18:11  Aggiornato: 22-05-2017 ore 18:09

In occasione della 51a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che la Chiesa celebrerà domenica 28 maggio sul tema scelto da papa Francesco: «Non temere, perché io sono con te» (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo, l’ufficio comunicazioni della diocesi di Albano e la Famiglia Paolina dei Castelli Romani organizzano la Settimana della comunicazione, con tre incontri di formazione e preghiera.

Sabato 20 maggio alle 16,30 nella parrocchia Sant’Eugenio I, papa di Pavona, si svolgerà un incontro con don Antonio Sciortino, direttore emerito di Famiglia Cristiana, sul tema “Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. Don Sciortino è stato per 17 anni il direttore responsabile di Famiglia Cristiana e attualmente, da poco più di un mese, nuovo direttore dello storico mensile Vita Pastorale, nato nel 1913.

Domenica 21 maggio, nella Cattedrale di San Pancrazio martire, ad Albano, sarà celebrata una preghiera comunitaria animata, con inizio alle 17, sul tema “Attenti e rispettosi della verità e della dignità di ogni persona”, mentre una seconda preghiera animata, sul tema “Superare le incomprensioni e favorire il dialogo”, si terrà anche domenica 28 maggio, ancora in Cattedrale ad Albano, con inizio alle 17.

«La vita dell’uomo – ha scritto papa Francesco nel suo messaggio per la Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali – non è solo una cronaca asettica di avvenimenti, ma è storia, una storia che attende di essere raccontata attraverso la scelta di una chiave interpretativa in grado di selezionare e raccogliere i dati più importanti. La realtà, in sé stessa, non ha un significato univoco. Tutto dipende dallo sguardo con cui viene colta, dagli “occhiali” con cui scegliamo di guardarla: cambiando le lenti, anche la realtà appare diversa. Da dove dunque possiamo partire per leggere la realtà con “occhiali” giusti? Per noi cristiani, l’occhiale adeguato per decifrare la realtà non può che essere quello della buona notizia, a partire da la Buona Notizia per eccellenza: il “Vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 198  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login