19 nuovi casi di Coronavirus nel Lazio e zero decessi. 6 nuovi contagi nel territorio della Asl di Latina (2 ad Aprilia e 4 a Formia), un nuovo caso per la Asl Roma6.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 11-07-2020 ore 14:50  Aggiornato: 18-07-2020 ore 14:48

19 nuovi casi di Coronavirus nel Lazio e zero decessi. Dei nuovi casi, 12 (vale a dire i 2/3) sono di importazione. Sei nuovi contagi riguardano la Asl di Latina e un nuovo caso si registra anche alla Asl Roma6. “Dei casi di importazione – ha precisato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – 8 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Due altri casi sono provenienti da India, uno dall’Ungheria e uno dall’Egitto”.

Come detto, sono 6 i nuovi casi registrati nelle ultime 24h nel territorio della Asl di Latina: 2 casi sono collegati al territorio di Aprilia e riguarda due uomini di nazionalità indiana e di rientro dall’India, senza collegamenti tra loro e per i quali sono state attivate le procedure del contact tracing internazionale. Gli altri 4 casi riguardano un unico nucleo familiare di Formia posto in isolamento.  

Nella Asl Roma 6 un solo nuovo caso nelle ultime 24 ore: si tratta di una donna di rientro da Budapest (in Ungheria), e sono già state avviate le procedure del contact tracing internazionale. La provincia di Rieti si conferma per il quarto giorno consecutivo Covid Free, mentre a Frosinone rimane un solo caso in isolamento.

Nella Asl Roma 1 un caso positivo nelle ultime 24h si tratta di una donna asintomatica individuata al tampone domiciliare e contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 2 dei 7 nuovi casi sono 6 quelli riferiti all’esito dei tamponi sulla Comunità del Bangladesh richiamati al drive-in con link con voli internazionali da Dacca già attenzionati.

Nella Asl Roma 3 sono quattro i nuovi casi giornalieri e di questi due riguardano persone di nazionalità Bangladesh con un link con voli di rientro dal Bangladesh già attenzionati. Un caso riguarda una donna di 45 anni di nazionalità egiziana con link familiare di un caso già noto.

“La situazione è sotto controllo ma non bisogna abbassare la guardia. – ha ribadito l’assessore D’Amato – La diffusione è moderata, frutto perlopiù di casi di importazione. La comunità del Bangladesh sta collaborando attivamente e prosegue senza sosta l’attività ai drive-in per il contact tracing. Abbiamo aperto anche i drive-in del San Giovanni e piazzale Tosti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login