HomeArchivio CronacaAggredisce e molesta una ragazza, in strada con il cane, poi picchia...
spot_img

Aggredisce e molesta una ragazza, in strada con il cane, poi picchia anche la madre. I Carabinieri di Frascati arrestano un romeno.

Articolo Pubblicato il :

Aggredisce e molesta una ragazza di 20 anni, che era a passeggio in strada con il cane, poi picchia anche la madre della giovane, una 57enne disabile, che era intervenuta in sua difesa. I Carabinieri di Frascati arrestano un romeno di 34 anni con la pesante accusa di violenza sessuale e lesioni. Il fatto è accaduto l’altro ieri sera nella zona commerciale della Romanina. I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Frascati sono riusciti ad evitare il peggio, intervenendo sul posto e mettendo in manette lo straniero violento. Un complice del 34enne è riuscito, invece, a fuggire. I due avevano spruzzato dello spray urticante sul volto della ragazza, ed avevano iniziato a molestarla. L’intervento della madre e poi dei Carabinieri ha evitato conseguenze peggiori.

“La giovane – raccontano i militari – era scesa in strada con il proprio cane prima di andare a dormire quando, a pochi metri dalla propria abitazione, è stata affrontata da due individui, a piedi, che, dopo averle spruzzato dello spray urticante al volto, hanno iniziato a molestarla pesantemente mettendole le mani addosso.

Le grida della vittima sono state udite dalla madre, una donna di 57 anni, disabile, che è comunque corsa in aiuto della figlia venendo fatta, a sua volta, bersaglio dalla furia dei due sconosciuti che l’hanno colpita violentemente al volto.

Provvidenziale è stato l’arrivo di una gazzella dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Frascati che ha interrotto la brutalità dei due uomini, mettendoli in fuga. Poco dopo, i militari sono riusciti a bloccarne uno, si tratta di un cittadino romeno di 34 anni, che è stato arrestato con le accuse di violenza sessuale e lesioni personali.

Mamma e figlia sono state trasportate all’ospedale di Frascati: la ragazza è stata visitata e dimessa con uno stato ansioso reattivo e un eritema al labbro provocata dallo spray urticante, mentre alla mamma, che ha avuto la peggio, è stata diagnosticata una lieve irregolarità delle ossa nasali e una forte contusione allo zigomo sinistro. Ne avrà per 30 giorni, salvo complicazioni.

Il loro aggressore è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli mentre i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno avviato una vera e propria caccia all’uomo, tuttora in corso, per rintracciare il complice”.

 

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE