fbpx
HomeArchivio PoliticaAprilia - Bretella, tensioni sugli espropri alla riunione con il commissario. Gli...
spot_img

Aprilia – Bretella, tensioni sugli espropri alla riunione con il commissario. Gli agricoltori: “Pagati una miseria”

Articolo Pubblicato il :

Confronto molto teso ieri sulla Campoverde-Cisterna-Valmontone durante l’assemblea convocata dall’ingegner Antonio Mallamo, Amministratore Unico di Astral Spa e Commissario Straordinario di Governo per le opere strategiche. Mallamo sta seguendo sia la bretella, sia il progetto della Roma-Latina. “Le due opere si faranno – ha assicurato in apertura dei lavori – non accetto strumentalizzazioni, in questa sede. Non voglio sentire proteste. Non è questo il motivo del nostro incontro”. Ma le proteste ieri presso l’Hotel Enea ci sono state eccome. Sono arrivate dagli agricoltori di Campoverde che non hanno condiviso in nessun modo la politica degli espropri adottata in questi mesi. “Ci pagate 90mila euro per un ettaro – ha commentato un imprenditore durante il dibattito – una vera miseria, una rapina a mano armata. Ci resterà la servitù e basta. Considerate che per mettere in piedi un impianto per la coltivazione del kiwi ci vogliono almeno 50mila euro. Non avremo guadagno, non potremmo più produrre. E voi ci state pagando una miseria. E’ una vergogna”. L’ingegner Mallamo ha voluto ribadire che: “Sugli espropri non ho responsabilità. Non c’entro, non ho seguito io questo aspetto. Io mi occupo di portare a cantiere le due opere. Se siete venuti a polemizzare solo su questo per me possiamo chiudere il dibattito subito”. Su queste parole si è levato un grido di protesta, altri agricoltori si sono alzati in piedi: “Ci avete convocato qui inutilmente allora – ha aggiunto un imprenditore  agricolo di Campoverde – non possiamo parlare, non possiamo fare domande. Se avete già deciso tutto non prendeteci in giro e a questo punto è il caso di andare via”. Gli espropri per la bretella Campoverde-Cisterna-Valmontone come si sa sono già stati notificati. Di recente sono stati ritoccati i valori assegnati ai terreni, ma gli imprenditori restano scontenti. Ad Aprilia, per esempio, i terreni coltivati a kiwi scoperto sono stati pagati 8,50 euro a metro quadro, il kiwi verde coperto è stato valutato 9,14 euro a mq. E’ stato considerato di più valore il kiwi giallo che è stato quotato 9,44 euro al mq, mentre i vigneti 9,24 euro al mq. Il settore come si sa è in forte crisi anche a causa della moria del kiwi che sta consumando le produzioni locali. Un argomento delicato su cui in realtà in apparenza le istituzioni stavano cercando di tendere una mano agli imprenditori. “La Bretella è un’opera utile – hanno detto durante la riunione altri imprenditori – ma il settore agricolo riceverà l’ennesimo duro colpo”.

I DATI – Durante il dibattito è stato confermato che la bretella non sarà un’autostrada, sarà una strada extraurbana senza pedaggio della lunghezza di 31 km. E’ stata apportata una riduzione della piattaforma stradale del 12%. Anche se solo ad Aprilia si consumerà suolo per oltre 400mila metri quadrati. Sono previsti 18 viadotti e 4 gallerie. Ci sarà uno svincolo dalla Pontina proprio all’altezza di Campoverde che condurrà all’autostrada a Valmontone agevolando lo scambio di merci e veicoli. Il primo lotto è pronto a partire. I lavori inizieranno entro il primo gennaio del 2025.

“Non vogliamo si faccia disinformazione – ha concluso Mallamo – non c’è nessun tracciato alternativo, il progetto è già pubblico ed è agli atti del Ministero, sull’esame dei costi e dei benefici non ne so nulla”. Alla riunione di ieri erano presenti anche il sindaco Principi, gli assessori Marco Moroni e Vittorio Marchitti. “Siamo lieti che questa opera si faccia e di essere arrivati ad un punto cruciale – ha commentato il sindaco – per questo ringraziamo per l’impegno profuso l’ingegner Mallamo”.

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE