Aprilia, un’opera d’arte in memoria di Vittorio Casoni

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 20-11-2020 ore 15:25  Aggiornato: 27-11-2020 ore 15:22

Un’opera d’arte in memoria di Vittorio Casoni, che si è preso cura sin dalla piantumazione degli alberi del Parco Falcone e Borsellino ad Aprilia, sarà posizionata domani alle ore 12:00 nell’area verde di via dei Mille, in occasione della Festa dell’Albero 2020. È quanto stabilito ieri da una delibera di Giunta, che ha accolto una proposta giunta dall’Associazione “Città degli Alberi”.

“Quest’anno metteremo a dimora la Bellezza. E il ricordo di un uomo, cittadino di Aprilia, che si è preso cura degli alberi – commenta l’Assessora all’Ambiente Monica Laurenzi – abbiamo raccolto con entusiasmo la proposta arrivata dall’Associazione Città degli Alberi perché crediamo che il momento storico che stiamo vivendo abbia bisogno di testimoni positivi che hanno dedicato la loro vita al bene comune”.

La Festa dell’Albero è un’iniziativa avviata nel 2008 da Legambiente che ha avuto riconoscimento ufficiale nel 2013 con la Legge 10 per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, che ha istituito la Giornata Nazionale degli Alberi, “al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto […] e le politiche di riduzione delle emissioni, la  prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani”.

“Il nostro Comune – prosegue l’Assessora Laurenzi – è in corsa anche per il Progetto Ossigeno promosso dalla Regione Lazio: 6 milioni di alberi per contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2 e proteggere la biodiversità. Abbiamo scelto un’area verde che presenta ancora ampie zone senza alberi. La messa a dimora di alberi è un ottimo strumento sia per mitigare i cambiamenti climatici, sia per adattarsi ai nuovi scenari climatici contrastando i nuovi rischi che ne derivano. Mitigare le temperature delle isole di calore urbano creando ampie zone d’ombra è uno di questi”.

“Nei prossimi mesi – conclude l’Assessora all’Ambiente – intendiamo portare in aula anche il regolamento “Un albero per ogni nato” previsto dalla legge che ha codificato la festa degli alberi, che obbliga i comuni sopra i 15.000 abitanti a piantare un albero per ogni bambino che nasce”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login