STUDIO 93 FA UN SALTO A LOS ANGELES: OGGI POMERIGGIO IL COLLEGAMENTO IN DIRETTA CON TIZIANO FERRO

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 18-11-2020 ore 17:47  Aggiornato: 25-11-2020 ore 18:33

Sarà una giornata “speciale” questo MERCOLEDI’ 25 NOVEMBRE a STUDIO 93, la “Radio delle Belle Canzoni”:  ALLE 18.00, ai microfoni della nostra emittente radiofonica – grazie ad un collegamento in diretta da Los Angeles, ci sarà TIZIANO FERRO!

Sarà una nuova occasione per i tanti ascoltatori di poter sentire, direttamente dalla voce di Tiziano, le ultime novità che riguardano la sua vita e la sua carriera artistica: lo scorso 6 novembre scorso è uscito il suo primo album di cover: “Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”, ma anche il documentario “Ferro” su Amazon  Prime Video.

Due progetti importanti e che si potranno scoprire, pezzo dopo pezzo, questo mercoledì pomeriggio a partire dalle 18.00. In contemporanea con l’intervista, verrà trasmessa anche una diretta Instagram.

L’ALBUM

Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”, come detto è il primo album di cover per Tiziano Ferro e il secondo capitolo del disco pubblicato nel 2019 e certificato doppio Platino. Per l’occasione Tiziano ha reinterpretato 13 brani di altrettanti autori italiani che con queste canzoni hanno dato forma a piccoli miracoli nel corso della sua vita, come “luci piccolissime in fondo al tunnel”.

“Sono canzoni – spiega Tzn – che mi hanno raccontato senza conoscermi, mi hanno fatto innamorare del mestiere di scrittore, uno che si consegna in quanto artista, voce, sangue, come hanno fatto questi giganti che ho reinterpretato in ACCETTO MIRACOLI: L’ESPERIENZA DEGLI ALTRI. Se faccio l’artista e il cantante, se scrivo canzoni, è perché ho avuto grandi ispiratori che quando mi guardavo intorno cercando la strada, me l’hanno insegnata. Cambiare la vita a un ragazzo con la mia provenienza significa cambiargli la percezione della realtà. In questo senso queste canzoni sono state miracolose, hanno ribaltato la mia visione del mondo, mi hanno fatto capire che cosa volevo dalla mia vita e che cosa volevo fare”.

Tiziano Ferro
ph Giovanni Gastel

Oltre a Rimmel di Francesco De Gregori, che apre l’album ed è stato il primo singolo estratto, seguito pochi giorni addietro dal secondo E Ti Vengo a Cercare di Franco Battiato (qui il video http://www.youtube.com/watch?v=o9HF6z1uJss), Tiziano reinterpreta Morirò D’Amore portata al successo da Giuni Russo, Bella D’Estate (Mango, che l’ha composta con Lucio Dalla), Margherita (Riccardo Cocciante), Almeno Tu Nell’Universo (Mia Martini), Cigarettes And Coffee (Scialpi), Perdere L’Amore (Massimo Ranieri, che per l’occasione duetta con Tiziano), Piove (Jovanotti) feat. Box of Beats, Portami a Ballare (Luca Barbarossa), Nel Blu Dipinto Di Blu (Domenico Modugno), Ancora, Ancora, Ancora (brano di Cristiano Malgioglio noto soprattutto nell’interpretazione di Mina), e infine Non Escludo Il Ritorno (scritto a quattro mani dall’indimenticabile Franco Califano con Federico Zampaglione).

Racconta Tiziano: “Il disco non era previsto. È la mia piccola perla nata durante il lockdown, dal periodo di indigenza, fatica e delirio che stava invadendo il mondo. Ho pensato di non avere il diritto di lamentarmi, considerando le tante persone che stavano soffrendo, ma so che la mia creatività e il mio concetto di arte sono sempre l’antidoto migliore per farmi reagire. Così ho preso il file delle “canzoni della mia vita”, ho chiesto al mio arrangiatore Marco Sonzini di entrare in studio e registrarle per puro divertimento. Mi sono trovato un pugno di canzoni in mano e solo allora abbiamo pensato di farne un album. Non c’è una linea logica nella scaletta se non per il fatto che nella loro essenza e con la loro potenza sono brani che ho sempre amato”.

L’ascolto di “Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri” mette in chiaro l’intenzione di Tiziano nell’affrontare il progetto: un’interpretazione fresca e personale delle cover, con qualche finezza stilistica a sottolineare il suo gusto musicale, ma estremamente rispettosa delle versioni originali. “Ho affrontato queste canzoni senza il timore di toccare i mostri sacri, una cosa molto italiana, che non condivido. Bisogna invece celebrare i grandi artisti semplicemente con il rispetto e la stima di chi ha studiato queste cose sui banchi di scuola della musica. Soprattutto quando si tratta di canzoni così importanti, l’intervento deve essere minimo. Dico sempre che vanno avvicinate come musica classica, come un tenore o un baritono o un direttore d’orchestra affrontano Verdi: devi attenerti al libretto, aggiungere la tua voce a una cosa già scritta molto bene. Non ho mai sposato il rifacimento stravolgente di una canzone. Certo, gli arrangiamenti sono nuovi, fatti con una strumentazione moderna, nella filosofia dell’autore originale, rispettandone il messaggio. Ad esempio in E Ti Vengo a cercare abbiamo lavorato nella direzione che Battiato aveva già seguito, quella della ricerca elettronica, ma con i mezzi attuali. Lo stesso con Bella d’estate di Mango, grandissimo ricercatore”.

Accetto Miracoli: L’Esperienza degli Altri”, prodotto da Tiziano Ferro e Marco Sonzini, è uscito su etichetta Virgin Records (Universal Music Italia) nei negozi e negli store digitali a questo link https://tiziano.lnk.to/amea ) nei formati 2 CD e album digitale con 25 tracce (le 13 cover più i brani di “Accetto Miracoli”), oppure 2 LP (con le 13 cover).

“In studio – chiosa Tiziano –  ho notato subito la matrice vergine della passione di registrare queste canzoni, nate dalla voglia di fare qualche cosa per me, senza pressione, per divertirmi e stare bene.  Credo si respiri la voglia di dare spazio alla forza creativa, alla diversità, alla gioia, in un grande desiderio di libertà. Spero che questo possa aiutare un pochino anche altre persone in questo momento così controverso, perché abbiamo bisogno di gentilezza e generosità”.

IL DOCUMENTARIO

Ed è uscito il 6 novembre scorso anche “FERRO” il documentario Amazon Original in esclusiva su Prime Video in Italia e in tutto il mondo con la regia di Beppe Tufarulo su un’idea di Tiziano Ferro.

Il film, ambientato tra Italia e Stati Uniti, è un viaggio intenso e potente nella vita privata e professionale di Tiziano Ferro, che permetterà a tutti di conoscere la persona dietro i riflettori, mostrando gli alti e bassi e le sfide dal punto di vista dell’artista dopo vent’anni di carriera. “Mi piace l’idea – dice Tiziano – che l’esperienza di una persona, quella degli altri di una canzone o quella di vita che racconto nel film, sia una verità intoccabile, incriticabile, perché quando racconti una storia può creare controversie o esser abbracciata, può piacere o meno, ma nessuno può cambiarla: esiste, è lì ed è tua, forte della verità”.

www.tizianoferro.com     

www.facebook.com/tizianoferro/                                    

twitter.com/TizianoFerro

www.instagram.com/tizianoferro/

www.youtube.com/user/tizianoferrochannel

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login