fbpx
HomeArchivio Spettacolo e Cultura“I volti che non ci aspettiamo”. Ad Aprilia un convegno per la...
spot_img

“I volti che non ci aspettiamo”. Ad Aprilia un convegno per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Articolo Pubblicato il :

“I volti che non ci aspettiamo”. Ad Aprilia venerdì 25 novembre ci sarà un convegno in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’appuntamento è alle 16.30 presso l’aula consiliare “Luigi Meddi”, in Piazza Roma.

Parteciperanno, tra gli altri, l’assessora alle Politiche sociali, Francesca Barbaliscia, Alessandra Lombardi (presidente commissione Politiche sociali) e Daniela Truffo, responsabile centro antiviolenza “Donne al centro” di Aprilia, Irene Fucsia responsabile centro antiviolenza di Latina, entrambi gestiti dal Centro Donna Lilith, Atma Lucia Casoni responsabile sportello di ascolto “L’arcobaleno dei diritti” di Aprilia dell’APS GenderX, Lucia Caponera presidente dell’associazione Differenza Lesbica e Jessica Margiotta referente del collettivo Marsha.

Il convegno si aprirà con un estratto teatrale dallo spettacolo “Sommerse” vincitore del bando Comunità solidali 2020 con Fabiana Mercuri, Angelica Miatello, Emma Grande, Azzurra Vattone, Anita Vacca e l’aiuto regia Sara Triveridell’associazione Colori nel mondo.

La violenza di genere è un fenomeno che si manifesta tutti i giorni sotto gli occhi di tutt* che con difficoltà viene fatto emergere.

“I centri antiviolenza e le associazioni che contrastano e prevengono la violenza di genere – anticipano le protagoniste del convegno di venerdì 25 – lavorano per offrire uno spazio di libertà che consenta di nominare, rielaborare e uscire dalle catene dell’abuso psicologico, fisico, economico e sessuale. Non tutte le relazioni violente hanno uno stesso copione e purtroppo, non tutte le donne hanno le medesime risorse per uscirne. Per questo è necessario avere una lente ‘intersezionale’ quando parliamo di violenza di genere, che ci permette di capire quali forme di oppressione si intersecano tra loro.

Questo convegno approfondirà il valore della cooperazione su di un territorio per poter rispondere ad ognuno di questi bisogni in modo che le donne e le persone socializzate come donne possano sentirsi libere e mai giudicate per le loro scelte o per le loro identità”.

“L’amministrazione comunale –  interviene l’assessora Barbaliscia – ricorda che la città di Aprilia, con l’approvazione in Consiglio comunale proprio lo scorso 17 maggio, ha recentemente aderito alla carta d’intenti READY, Rete Nazionale delle Pubbliche amministrazioni Antidiscriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.La Carta impegna le Pubbliche Amministrazioni a promuovere sul piano locale politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone lgbtq+, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. Lavoriamo tutti insieme per fermare ogni tipo di violenza”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE