HomeArchivio PoliticaDiscarica a La Gogna, la Paguro ottiene il nulla osta archeologico. "Ce...
spot_img

Discarica a La Gogna, la Paguro ottiene il nulla osta archeologico. “Ce lo aspettavamo”

Articolo Pubblicato il :

Una tegola si abbatte sulla lotta contro la discarica di La Gogna, ad Aprilia. Ieri agli uffici del Comune pontino è stato inviato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il parere archeologico richiesto dalla Paguro srl. Si tratta di un atto dovuto da parte della società che intende realizzare una discarica a La Gogna. Nella documentazione che sarà di volta in volta inviata alla Regione Lazio, infatti, la società deve inserire anche diversi nulla osta tra cui quello archeologico.

I tecnici del Ministero dei Beni Culturali il 10 febbraio scorso hanno quindi eseguito un sopralluogo presso l’area di via Savuto non trovando resti di interesse archeologico visibili. Il Ministero ha rilevato anche che l’area non risulta essere sottoposta a vincolo archeologico di conseguenza ha ritenuto opportuno rilasciare il nulla osta.

“Non mi stupisco di quanto stabilito dal Ministero – dice l’assessore Lombardi – in quell’area a causa della precedente cava si sono eseguiti scavi di oltre 30 metri, qualsiasi bene archeologico sarebbe andato distrutto. I tecnici cercavano resti visibili, non ne hanno trovati. Questo genere di nulla osta viene rilasciato con molta facilità, basti pensare anche a Roma ai luoghi dove si sta realizzando la metropolitana. Cosa differente sarà ottenere il parere sul vincolo paesaggistico. Probabilmente la partita più grossa si giocherà lì. La lotta alla discarica prosegue”.

“Continueremo a batterci per non far realizzare l’impianto a La Gogna – ha detto il sindaco Terra – questi pareri vengono rilasciati con molta facilità. Nessuno si aspettava di trovare sul posto una necropoli”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE