Doppia festa per Aprilia: gli 81 anni della città e la Liberazione

Politica  

Pubblicato 25-04-2017 ore 09:29  Aggiornato: 26-04-2017 ore 11:06

Ricorre oggi 25 aprile, come noto, la 72esima Festa Nazionale della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, concomitante con l’81esimo Anniversario della cerimonia di posa della prima pietra della Città di Aprilia, quarto comune di Fondazione dell’Agro pontino bonificato.

Per l’occasione, l’Amministrazione Comunale promuove una cerimonia istituzionale per ricordare i caduti della Resistenza, che hanno sacrificato la vita per la restituzione della pace e della democrazia sul suolo italiano, nonché per celebrare i pionieri e i bonificatori di Aprilia, spesisi per rendere ospitali e coltivabili le terre pontine, e gli sminatori del dopoguerra.

Non ultimo, l’Amministrazione ha scelto di celebrare il Maestro Giacomo Manzù, illustre concittadino onorario di Aprilia, attraverso la cerimonia di scopertura di un mezzobusto in bronzo a lui dedicato, opera del Maestro apriliano Tony Di Nicola, prematuramente scomparso.

Il programma della manifestazione prevede il raduno alle ore 9 delle Autorità Civili, Militari e delle rappresentanze delle Associazioni Combattentistiche e D’Arma in Piazza Roma e, alle 9.30, la celebrazione della Santa Messa presso la Chiesa arcipretale di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti.

A seguire, il corteo guidato dal Gonfalone del Comune di Aprilia e con la partecipazione della Fanfara dei Bersaglieri “Adelchi Cotterli Città di Aprilia” raggiungerà il Monumento ai Caduti ove il Sindaco deporrà una corona d’alloro alla memoria.

La manifestazione proseguirà presso la biblioteca comunale “Giacomo Manzù” per la cerimonia inaugurale della scultura raffigurante il celebre Maestro di origini bergamasche e per l’intervento di saluto del Sindaco della Città di Aprilia Antonio Terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 4042  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login