HomeArchivio Altre NotizieL'Ambasciatore britannico questa mattina a Nettuno. Tornerà per la processione della Madonna...
spot_img

L’Ambasciatore britannico questa mattina a Nettuno. Tornerà per la processione della Madonna delle Grazie

Articolo Pubblicato il :

Una visita ad Anzio e Nettuno tra le uscite pubbliche del nuovo Ambasciatore Britannico in Italia, Edward Llewellyn. Questa mattina il diplomatico, come prima tappa del tour, ha visitato il Santuario di Nostra Signora delle Grazie a Nettuno. Una visita informale durante la quale è stato fatto presente all’Ambasciatore il legame indissolubile tra la città di Nettuno e la sua Madonna delle Grazie, al punto che a Llewellyn è stata strappata la promessa di una futura partecipazione alla solenne processione di maggio. Quindi l’ambasciatore si è recato al Cimitero monumentale americano, dove ha deposto una corona sulla lapide di un soldato inglese.

Prima tappa del tour organizzato per l’Ambasciatore di Sua Maestà, il Santuario di Nostra Signora delle Grazie, alla presenza del Sindaco Alessandro Coppola e di Padre Giovanni Alberti, ex rettore del Santuario e biografo di Santa Maria Goretti. Una visita informale durante la quale è stato fatto presente all’Ambasciatore il legame indissolubile tra la città di Nettuno e la sua Madonna delle Grazie, al punto che a Lord Llewellyn è stata strappata la promessa di una futura partecipazione alla solenne processione di maggio. “Intendo mantenere e rafforzare – ha spiegato l’Ambasciatore – il legame con i cittadini di Nettuno. Quella di Nostra Signora delle Grazie è un pezzo di storia dei nostri Paesi, e sono felicissimo di esserne venuto a conoscenza. Ci rivedremo presto”. Al termine della visita guidata all’interno del Santuario, lord Llewellyn si è recato al Cimitero monumentale americano, dove ha deposto una corona sulla lapide di un soldato inglese prima di proseguire il suo tour sul litorale alla volta di Anzio. “E’ stato un piacere e un onore – il commento del Sindaco di Nettuno Alessandro Coppola – avere in visita qui da noi l’Ambasciatore di Sua Maestà. Speriamo di poterlo rivedere presto per fargli conoscere altre meraviglie della nostra Nettuno”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE