Misura Cautelare per un 45enne di Terracina: da 4 anni perseguitava la sua ex.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 11-01-2020 ore 14:00  Aggiornato: 18-01-2020 ore 13:59

Misura Cautelare del Divieto di avvicinamento, con obbligo di mantenere una distanza  minima di 100 metri, per un 45enne di Terracina che da ben 4 anni perseguitava la sua ex, una professionista anche lei di Terracina. L’uomo – che dovrà ora rispondere dei reati di stalking e di furto con strappo – era arrivato ad introdursi furtivamente nell’abitazione della sua ex compagna, la seguiva al lavoro, nelle trasferte fuori città ed anche mentre faceva jogging. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina.

“Gli agenti – si legge nella nota stampa – hanno dato esecuzione all’Ordinanza che dispone la Misura Cautelare del Divieto di avvicinamento, con l’obbligo di mantenere una distanza  minima 100 mt. e con il divieto di comunicare con la P.O., a carico di A.P. 45enne terracinese, resosi responsabile di reiterate condotte persecutorie e minacce nei confronti di una professionista con la quale aveva avuto una relazione sentimentale cessata da circa 4 anni.

L’uomo per quanto ricostruito dall’attività d’indagine, in questo considerevole lasso di tempo, non si era rassegnato al termine della relazione sentimentale innescando da subito una serie di condotte tali da limitare i liberi spostamenti della donna che abitualmente seguiva costringendola a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita. Nono sono mancate minacce e offese alla donna che era costretta a subire anche lo “strappo” della borsa che le veniva gettata in una pubblica via.

Lo stesso, peraltro, oltre a farsi notare nei pressi del luogo di lavoro della vittima, in passato l’aveva seguiva anche in “trasferta” quando la professionista si era recata ad un convegno per il quale avrebbe pernottato fuori città.

Tali fatti giungevano al culmine con l’evento più scioccante subito dalla vittima, quando la stessa vide materializzarsi all’interno del proprio appartamento la presenza del suo ex il quale fraudolentemente si era dotato delle chiavi e vi si era introdotto insidiando definitivamente l’unico luogo in cui la stessa si sentiva al sicuro.

Tali condotte, ricostruite dal Commissariato di Terracina avevano portato all’emissione di un provvedimento di Ammonimento del Questore di Latina a suo carico, fatti risalenti alla fine dell’anno 2017.

Sebbene in una prima fase il Provvedimento consentiva il ristabilirsi di una situazione di apparente serenità per la vittima, questa di li a poco si ritrovava a rivivere lo stesso incubo. L’uomo infatti ben presto aveva ripreso a monitorare ed inseguire la vittima giungendo  anche a tallonarla mentre faceva jogging e quando la stessa era giunta in un tratto isolato del litorale l’aveva approcciata strattonandola provocandole lesioni personali.

La ricostruzione delle condotte continue, perduranti e vessatorie, è stata corroborata dagli atti d’indagine dai quali si evince la serialità e la pericolosità di ulteriori recidive che hanno determinato l’A:G. all’emissione della Misura cautelare personale nei confronti del responsabile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login