Controlli dei Nas in tutta Italia sui Green Pass nei locali della movida. In provincia di Latina 27 ispezioni, contestate due violazioni.

Cronaca  

Pubblicato 13-10-2021 ore 10:42  Aggiornato: 14-10-2021 ore 16:40

Controlli dei Nas in tutta Italia sui Green Pass nei locali della movida. In provincia di Latina i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione hanno eseguito 27 ispezioni, contestando due violazioni, in una palestra di Pontinia e in un pub di Formia. I militari pontini hanno eseguito altre 19 ispezioni in provincia di Frosinone, contestando altre 6 violazioni in una pizzeria, in una palestra e in un bar. In tutto sono state riscontrate una violazione penale ed 8 violazioni amministrative per un importo complessivo di 3.200 euro.

 

VIOLAZIONI CONTESTATE DAI NAS DI LATINA:

n.1 viol. Amm. Mancanza DPI e 1 viol Penale  Mancanza DVR  a PONTINIA  presso Palestra;

 

n.1 viol. Amm.  Mancanza cartellonistica Covid-19 a FORMIA  presso Pub;

 

n 2 viol. Amm. Mancanza  Green Pass  a Frosinone  presso Pizzeria;

 

-n.2 Viol. Amm. Mancanza Green Pass a CECCANO presso Palestra;

 

n.2 Viol. Amm. Mancanza  Green  Pass  a PONTECORVO presso Bar-Bistro.

 

“I Carabinieri dei NAS del centro Italia, nell’arco del trascorso fine settimana hanno svolto un’intensa azione di controllo sulla corretta attuazione delle disposizioni sul cosiddetto “GREEN PASS” e delle misure di contenimento alla diffusione del Covid-19, concentrandosi in particolare sul monitoraggio dei locali della movida.

 

Sono stati impiegati oltre 300 militari dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità e dei Comandi Provinciali dell’Arma coinvolti per la verifica di 315 obiettivi, tra strutture ricettive, attività di ristorazione, pub e american bar, e circa 1.500 clienti.

 

I controlli condotti a tappeto hanno permesso di accertare 21 violazioni amministrative in materia di GREEN PASS, di cui 9 contestate ai titolari degli esercizi per la mancata verifica sul possesso della certificazione verde e 12 ad avventori sorpresi senza regolare certificazione verde.

 

Nell’ambito degli interventi effettuati, gli operanti hanno contestato 27 violazioni amministrative in materia di covid-19, accertando:

–        n. 1 episodio di assembramento;

–        n. 13 casi di carenze nella sanificazione e di omessa apposizione della cartellonistica con informazione agli utenti;

–        la presenza di 5 addetti e di 7 avventori sorpresi privi dei previsti DPI.

 

Elevate complessivamente sanzioni amministrative, per un importo di 20.000 euro.

 

Resta sempre alta l’attenzione del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute per il rispetto delle normative volte a prevenire il diffondersi del coronavirus nei luoghi di aggregazione e di maggiore affluenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login