HomeArchivio CronacaLATINA - Aggredisce l’ex convivente e la minaccia con una finta pistola:...
spot_img

LATINA – Aggredisce l’ex convivente e la minaccia con una finta pistola: arrestato dalla Squadra Volante.

Articolo Pubblicato il :

Aggredisce l’ex convivente e la minaccia con una finta pistola: un uomo viene arrestato dalla Squadra Volante di Latina. I fatti sono accaduti ieri notte attorno alle 4.00.  Due volanti della Polizia, dopo una richiesta di soccorso al 113, hanno raggiunto l’abitazione di una donna che aveva segnalato la presenza, sotto casa, del suo ex convivente, armato di pistola. La vittima riferiva altresì che, poche ore prima, attorno alle 23.00, l’uomo l’aveva già aggredita sotto casa impugnando l’arma, mentre era scesa per una passeggiata con un’amica; in quella circostanza, nonostante la terribile angoscia, la malcapitata era riuscita a divincolarsi dalla presa dell’uomo e a rifugiarsi in casa. L’uomo è stato rintracciato dalla Polizia nella sua abitazione e messo in manette per maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori.

“La donna – ha spiegato poi la Polizia – denunciava di subìre da tempo comportamenti ossessivi e persecutori, tali da indurla a separarsi; ciò aveva determinato ancor di più l’ex convivente a pedinarla e minacciarla al punto da renderle la vita impossibile.

I poliziotti, dopo il racconto dei fatti, effettuavano immediatamente una battuta in zona per rintracciare l’uomo che nel frattempo si era dileguato, ma che veniva trovato all’interno della propria abitazione dove, al termine di una meticolosa perquisizione, veniva rinvenuta l’arma che lo stesso aveva utilizzato poche ore prima: si tratta di una fedele riproduzione di una pistola semiautomatica Beretta, calibro 9 che, agli occhi di una persona poco esperta, può apparire senza dubbio come un’arma autentica ed offensiva.

L’uomo, che annovera pregiudizi di polizia, veniva accompagnato presso gli uffici della Questura e tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori; dopo le rituali formalità, veniva quindi associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’A.G. procedente.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE