Nasce “Ardea in Rete”: 61 imprese del territorio hanno già aderito.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 08-03-2018 ore 11:47  Aggiornato: 16-03-2018 ore 11:45

“Ardea in Rete”: sono 61 le imprese del territorio di Ardea che hanno costituito una rete di imprese rivolte allo sviluppo del tessuto produttivo locale. Ciò è stato possibile grazie a un progetto regionale per la costituzione di reti imprenditoriali al quale l’amministrazione comunale aveva partecipato lo scorso anno, ottenendo un finanziamento di circa 100mila euro.

“Con questi fondi, – ha spiegato il Comune – secondo quanto previsto dal piano economico approvato da una delibera di giunta, si potrà valorizzare la rete di imprese e si interverrà sia sulla sicurezza del territorio (con sistemi di videosorveglianza), sia sul decoro urbano (con un arredo dedicato) sia sulle politiche di marketing”.

“Si tratta di un piccolo passo ma molto importante, perché va a realizzare una rete nel sistema imprenditoriale del territorio – ha commentato il sindaco di Ardea Mario Savarese – In questo modo l’amministrazione conta anche sulla possibilità di avere un dialogo più diretto con le attività imprenditoriali, che grazie alla rete possono contare su un interlocutore unico. Non vuole essere ‘l’associazione dei commercianti’, ma il luogo dove recepire istanze e fare progettualità diretta.

L’obiettivo è fare in modo che gli imprenditori stessi possano mantenere in piedi questa realtà nel corso degli anni, valorizzando la stessa rete di impresa come luogo dove potersi confrontare e aprire, perché no, nuovi scenari di sviluppo”.

Compongono la rete di imprese diverse attività: tra queste, alcuni imprenditori (anche del settore agricolo) e realtà del settore balneare, della ristorazione e commercianti.

Il presidente di “Ardea in rete” (questo il nome della rete di impresa ardeatina) è Fabrizio Cremonini. Suo vice è Riccardo Fabbrica, mentre segretario è Francesco Mastrosimone. Nel consiglio direttivo ci sono anche Sandra Spagnoli e Davide Rossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 475  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login