HomeArchivio SportCalcio - Gli impegni dei giovani atleti della Fc Aprilia nei vari...
spot_img

Calcio – Gli impegni dei giovani atleti della Fc Aprilia nei vari campionati.

Articolo Pubblicato il :

Calcio, ecco gli impegno dei giovani atleti della Fc Aprilia, impegnati nei vari campionati di categoria. Partiamo dalle parole di Giordan Marinangeli sul prossimo impegno del campionato Juniores Regionale B:

Giordan Marinangeli

La Juniores Regionale B torna domani in campo con ancora tanta amarezza per la sconfitta di sabato scorso maturata all’ultimo minuto. Giordan Marinangeli, portiere che si sta alternando con il collega Marco Lorello, è convinto che «non si possa parlare di sfortuna nel calcio. Certo, degli episodi hanno condizionato alcune nostre gare. Però credo che la mancanza di continuità nei risultati sia dovuta alla combinazione di più fattori. Uno è quello fisico: siamo quasi al termine dell’annata, è da tanto che ci alleniamo e corriamo tutti i giorni. Sabato scorso abbiamo fatto un po’ di fatica ad arrivare su alcuni palloni nei minuti finali, la stanchezza inizia ad affiorare. La cosa importante è continuare a stringere i denti tutti insieme. Rimane uniti e compatti senza accontentarci di quanto abbiamo fatto fino a questo momento».

Nessuno mette in dubbio l’ottimo cammino fatto dai classe ’99 in questa annata particolare, con l’alternanza tra mister Verardi e mister Salvadori. Perché, non va dimenticato, le altre squadre presenti nel girone schierano formazioni quasi interamente composte da classe ’98. Ma le qualità delle giovani rondinelle hanno permesso loro di azzerare questo handicap e di condurre una stagione per molti sorprendente. Per molti, ma non per i giocatori. Come sottolinea Marinangeli, infatti: «Non ci sono state grandi differenze con il campionato dello scorso anno. Almeno da parte nostra, perché lo abbiamo affrontato con la stessa voglia e mentalità della passata stagione. Non abbiamo accusato la differenza d’età, né tecnicamente né fisicamente. Ce la siamo sempre giocata con tutti. Ci sono state alcune gare in cui siamo arrivati un po’ più scarichi. Ma da qui a fine anno siamo sicuri che non ricapiterà più. Vogliamo chiudere in bellezza questo campionato».

Una breve presentazione della prossima gara del campionato Allievi Regionali di Eccellenza fascia B:

La strada verso la salvezza è sempre più ripida per gli Allievi Regionali di Eccellenza fascia B. Le giovani rondinelle stanno facendo fatica a trovare la continuità di risultati necessaria a raggiungere l’obiettivo prefissato ad inizio stagione. Ma nessuno tra i classe 2001 ha voglia di arrendersi. E lo si è visto anche nell’allenamento di giovedì, quando Ferri e compagni hanno sfidato nella partitella di allenamento la prima squadra di mister Mauro Venturi. Chiaramente il risultato finale ha sorriso all’undici capitanato da Francesco Montella, ma la determinazione e la concentrazione messa in campo dalle giovani rondinelle ha fatto capire che nessuno di loro vuole mollare. Per quanto la situazione in classifica non sia delle più rosee, i punti da racimolare per mantenere la categoria non sono poi molti.

Questo, va detto, è sempre stato l’andamento della stagione. Ai ragazzi di mister Salvadori prima, e mister Verardi poi, è mancato solo quel pizzico di fiducia e convinzione necessario a tenere la barra dritta nell’arco dell’intera partita. L’attenzione mostrata nei loro confronti dalla società, che li ha invitati a confrontarsi al massimo livello interno, non è casuale. Se per i Giovanissimi Regionali qualche settimana fa era stato il premio per il primo posto riconquistato in classifica, con gli Allievi Élite lo scopo era un altro. E cioè dimostrare che tutta la F.C. Aprilia conta su di loro e vuole spronarli in questo rush finale della stagione. Da quanto si è visto in campo i giovani calciatori hanno ben chiaro quale dovrà essere il loro compito da qui a fine stagione.

Le parole di mister Alberico Gallo sul prossimo impegno del campionato Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B:

Inizia la parte decisiva della stagione dei Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B. Da qui alla fine del campionato, infatti, per i classe 2003 sono in programma solo scontri diretti con le squadre che si stanno giocando la salvezza. I ragazzi di mister Eugenio De Min hanno lavorato sodo per arrivare pronti a questi appuntamenti. La pressione si farà sentire ma, come sottolinea mister Alberico Gallo, collaboratore tecnico di mister De Min: «È giusto che i ragazzi si abituino a giocare con la pressione. Le gite scolastiche ci toglieranno tre elementi importanti in questo primo scontro. Sarà importante continuare sulla stessa linea mantenuta finora nel girone di ritorno. Non c’è stata partita in cui non abbiamo meritato di fare punti, anche se purtroppo ne abbiamo racimolati pochi. Sabato scorso abbiamo giocato molto bene, come spesso ci è capitato nell’ultimo periodo. Loro con una palla sporca hanno fatto gol, noi abbiamo avuto tre occasioni e non le abbiamo sfruttate. Ora è il momento di invertire questa tendenza e mettere a frutto tutto il lavoro fatto finora».

Più volte mister De Min ha sottolineato la crescita dei suoi ragazzi. Ma si sta pur sempre parlando di ragazzi di 13/14 anni, l’emotività è ancora la componente fondamentale del loro carattere. Mister Gallo, però, è convinto che la consapevolezza dei propri mezzi potrà essere l’arma in più dei giocatori in questo finale di stagione: «Anche i ragazzi sono coscienti e consapevoli di ciò che fanno in campo. Contro le corazzate del girone non siamo mai stati messi sotto dal punto di vista del gioco. Stiamo recuperando tutti gli effettivi, quindi ci sono tutti i presupposti per essere fiduciosi. Le prestazioni sono sempre state di alto livello, ora dobbiamo fare in modo che i punti corrispondano a quanto mettiamo in campo».

Le parole di mister Luis Pagliuca sul prossimo impegno del campionato Giovanissimi Regionali:

Le ultime cinque partite del campionato Giovanissimi Regionali diranno se i classe 2002 guidati da mister Luis Pagliuca sanno reggere la pressione. Primi per tutto il campionato, nelle ultime settimane le giovani rondinelle hanno preso 2 punti di vantaggio sull’Albalonga. Dunque non si può più sbagliare. Per il tecnico questa è «la situazione ideale per i ragazzi. Non potersi permettere passi falsi ti fa rimanere sempre concentrato e non ti consente distrazioni. Dal punto di vista mentale non potevo sperare di meglio. Però c’è un’altra faccia nella medaglia. E cioè che chi ha giocato meno dovrà per forza di cose mantenere il suo minutaggio ridotto. Mi dispiace non poter permettere a tutti i ragazzi di condividere al meglio questa situazione. Purtroppo devo fare delle scelte, mi dispiace molto per quei ragazzi che non hanno avuto lo spazio che, probabilmente, avrebbero meritato».

Ma sta proprio qui uno dei segreti di questa ottima stagione. Nessuno si è sentito escluso dal progetto, anche chi ha giocato meno ha dato sempre il suo contributo impegnandosi al massimo. Una situazione ideale anche per l’allenatore: «Ho trovato un gruppo eccezionale, tutti remano dalla stessa parte. Dal primo giorno ho cercato di fargli entrare in testa che l’importare non è chiedersi “quanto ho giocato” ma “come ho giocato”. I ragazzi l’hanno capito, tutti hanno compiuto un percorso di crescita atletica e personale che mi fa essere davvero molto contento. È appunto per questo che mi dispiace non poter concedere a tutti lo stesso spazio. L’impegno è stato massimo da parte di tutti, quello che stiamo vivendo è merito del gruppo nella sua interezza».

Le parole di mister Raffaele Perna sul prossimo impegno del campionato Allievi Regionali:

Il ritorno ad una larga vittoria dimostra una volta di più le grandi potenzialità degli Allievi Regionali. I classe 2000 in questa stagione hanno portato avanti un signor campionato, anche se con qualche momento di difficoltà dovuto ai tanti imprevisti che il destino gli ha riservato. Ciò non toglie che i ragazzi di mister Raffaele Perna abbiano dimostrato a tutti di poter valere molto più del centro classifica: «Affrontavamo un avversario – confida il tecnico – che era più in difficoltà rispetto alle precedenti squadre con cui abbiamo giocato. Ciò non toglie che siamo scesi in campo interpretando molto bene la partita. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro, dimostrando di aver compreso le mie idee di gioco e di saperle mettere in pratica nella maniera migliore. Il che mi porta a confermare quanto detto la scorsa settimana: il lavoro che si farà da qui a fine anno sarà più specifico».

L’idea di mister Perna è portare le qualità individuali dei suoi ragazzi ad un livello superiore. Ciò implica lavori specifici e poco legati a quello che è il lavoro tattico da mettere in pratica durante le partite. Un cambio di rotta necessario ma che, a ragazzi ancora così giovani, non sempre risulta “simpatico”: «In questa fascia d’età – spiega mister Perna – cambiano gli obiettivi, anche in vista del salto in Juniores. Ma non è detto che si tratti solo di obiettivi calcistici. Non dimentichiamo che la fase dello studio che stanno attraversando è molto importante. È normale che tutte queste distrazioni portino ad alleggerire l’attenzione in allenamento. Il mio compito è ridurre al minimo questo rischio, cercando di dare loro nuovi stimoli. Voglio lasciare ad ognuno di loro qualcosa. Fino a questo momento mi sono concentrato su un discorso di squadra. Ora voglio far crescere i giocatori singolarmente».

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE