Ampliamento del Poliambulatorio di Aprilia, progetto inviato alla Regione

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 13-09-2018 ore 17:18  Aggiornato: 20-09-2018 ore 17:17

Inviata alla Regione Lazio la richiesta di ampliamento per il Poliambulatorio di Aprilia. Il progetto che prevede la realizzazione di una terza ala alle spalle delle due palazzine già esistenti prevede un finanziamento di circa 2 milioni e 670 mila euro. La nuova palazzina sarà utile per accogliere meglio i servizi sanitari resi ai malati cronici ed oncologici. “E’ un progetto fondamentale per il futuro della città  – sostiene il Tribunale dei Diritti del Malato – la Regione ha concesso fondi a Latina, a Priverno e Terracina, ma per ora nessuna risorsa per Aprilia”.

“Per dovere di cronaca – dice Claudio Frollano – ricordiamo che questo suggerimento di ampliare la struttura è stato dato/condiviso dal TDM insieme al Direttore del distretto Dr. B. Rossi, portato poi all’attenzione del Direttore Generale Dr. G. Casati, grazie anche all’impegno del Senatore C. Moscardelli e del Consigliere V. Giovannini, che ha fatto realizzare una prima bozza di progetto, ripresa e perfezionata dal responsabile dell’Ufficio Tecnico di Latina.

Le due palazzine esistenti non sono in grado di garantire la piena funzionalità del TSMREE, del Consultorio, ma anche  del Reparto di Oncologia (considerato il suo cresciuto  apprezzamento dovuto alle modalità di presa in carico dei pazienti), soprattutto nell’ottica della futura implementazione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali per i malati cronici, che ricordiamo essere la ragione principale per la creazione della Casa della Salute. Pertanto è evidente come questo progetto sia fondamentale per il futuro della sanità pubblica di Aprilia.

Il fatto però che la Regione abbia ricevuto questa formale richiesta di ampliamento della nostra ASL, non significa nulla se la stessa non viene sponsorizzata e sostenuta con fermezza dal nostro Sindaco, oltre che da chi ne ha iniziato il percorso, che ovviamente come TDM ringraziamo a nome dei nostri concittadini. Ricordiamo che sarà esclusiva responsabilità della Regione se il progetto non sarà realizzato, perché non è certo con i fondi aziendali della ASL che si potrà realizzare.

Ricordiamo che la Regione Lazio  ha stanziato 11milioni per l’ospedale di Latina ed altri per la ASL di via Madonna delle Grazie di Priverno e per l’ospedale di Terracina.

Quindi avanti tutta e tutti insieme per fare sì che in un futuro che non DEVE essere troppo lontano, la Sanità pubblica restituisca al territorio quanto è stato finora negato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 1092  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login