Isolamento domestico, il Comune di Aprilia stanzia 15 mila euro per contrastarlo

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 06-12-2017 ore 16:56  Aggiornato: 13-12-2017 ore 16:53

L’Amministrazione Comunale di Aprilia vara il progetto sociale per il contrasto al cosiddetto fenomeno del barbonismo domestico, una estrema condizione di emarginazione ed esclusione che caratterizza persone sole o famiglie in condizioni di grave disagio.

Si tratta di un fenomeno, peraltro rilevato dall’Istat come in aumento, di persone senza accesso a standard di vita minimamente accettabili, in stato di fragilità estrema, in condizioni di grave vulnerabilità e spesso prive di riferimenti familiari significativi, quindi in condizioni di isolamento sociale.

“Questa realtà del barbonismo – ha commentato l’Assessora ai Servizi Sociali Eva Torselli – mette a rischio i soggetti più fragili determinando il lasciarsi andare, al punto di compromettere la propria salute o di mettere in atto comportamenti che possono costituire pericolo per sé e per gli altri in situazioni di rischio individuale e collettivo che in taluni casi trascende l’effettiva situazione di povertà economica”.

Il progetto sarà reso operativo grazie alla disponibilità della sezione locale della Croce Rossa Italiana, i cui volontari collaboreranno con la Polizia Locale e gli operatori sociali dell’ente comunale nella verifica a domicilio delle condizioni igienico-sanitarie, in azioni volte al superamento di situazioni di solitudine, nell’aiuto per l’attivazione del medico di famiglia e per l’invio mirato ai servizi del territorio in base ai bisogni emersi, nell’assistenza domiciliare, nell’allestimento e il mantenimento della risorsa abitativa, nel sostegno nella gestione della vita quotidiana e delle capacità relazionali al fine di prevenzione ulteriori futuri disagi.

Inoltre, preso atto che contrastare il fenomeno del barbonismo domestico comporta anche azioni di pulizia e sgombero degli appartamenti di cose non necessarie al fine di ripristinare condizioni di vita normali, è stata raccolta la disponibilità dell’Associazione Principi Eventi di Nettuno, già partner della rete cittadina di gestione del dormitorio, per il ripristino dei luoghi attraverso la sanificazione degli stessi dagli accumuli di cose.

L’atto amministrativo di riferimento è la deliberazione di Giunta n. 310 del 5 dicembre 2017, con il quale viene stanziata la somma di quindicimila euro (per il progetto della durata di un anno), di cui 5 mila a favore della Croce Rossa per gli interventi di volontariato previsti, 6 mila a favore dell’Associazione Principe Eventi per gli interventi di pulizia e sgombero dei locali, nonché 4 mila per eventuali contributi da destinare alle famiglie interessate a titolo di supporto economico agli interventi di prevenzione del disagio sociale.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 803  volte

You must be logged in to post a comment Login